LABORATORI TEATRALI ADULTI 2018/19

 

 

FUORI LA VOCE!
laboratorio di livello avanzato su conoscenza e utilizzo dello strumento vocale

Questo percorso è pensato per coloro che hanno frequentato i precedenti corsi “In-Voce”, ma anche aperto a chi ha già maturato una minima esperienza teatrale e vocale.
Si articola in 12 incontri da 2 ore ciascuno durante i quali si approfondirà l’affascinante viaggio nel mistero della nostra voce con particolare riguardo all’origine delle emozioni e alla loro relazione col respiro, nonché all’incontro col l’altro, ovvero “il pubblico”.

ideato e condotto da Marco Musso, doppiatore e attore

  • giovedì sera dalle 20.30 alle 22.30
  • presso gli spazi del Teatro alla Corte – Corte di Giarola – Collecchio
  • quota di partecipazione: 180 € (la quota comprende la tessera associativa UOT che dà diritto a biglietto ridotto per tutti gli spettacoli in stagione e sconti sulla partecipazione ad altri laboratori)
  • possibilità di partecipare al primo incontro come prova gratuita
  • prima lezione giovedì 18 ottobre con inizio alle ore 20.15

Info e iscrizioni: tel. 349 1864745 | info@associazioneuot.it

 


 

 

IL DOCENTE
Marco Musso nasce nel 1970 e vive a Parma. Deve la sua formazione artistica a Europa Teatri (Parma), in special modo a Loredana Scianna e Ilaria Gerbella, al direttore di doppiaggio Mario Maldesi e allo speaker Alberto Lori. Nel 2007 va in scena con Short Plays, di Samuel Backett, per la regia di Pier Paolo Nizzola. Collabora come doppiatore e speaker con enti pubblici e privati ed ha prestato la sua voce a Tramondo, cortometraggio in stop-motion della MagicMindCorporation. Nel 2007 è stato uno dei conduttori del ParmaPoesiaFestival.
All’inizio del 2008 fonda, assieme ad alcuni amici, il Teatro di Minosse col quale porta in scena “Aspettando Kakà – L’Italia nel Pallone” e “La meravigliosa storia del Mago di Oz”.
Nel 2009, con Europa Teatri, interpreta “Hansel e Gretel”, per la regia di Ilaria Gerbella.
Da alcuni anni, attraverso varie tappe, si appassiona allo studio della voce e alla lettura del testo scritto, e arricchisce le sue esperienze di lettura in pubblico, spaziando dalla poesia, alla favola, al racconto breve.
Dal 2014 comincia una collaborazione con la liutista e tiorbista Francesca Ferrari, con la quale porta in scena in diversi luoghi il reading musicale “Il Funambolo”, tratto dall’appassionante esperienza artistico-spirituale di Philippe Petit.


 

 

Da febbraio a maggio 2019 tornerà

 

in-Voce

Laboratorio di livello base sulla conoscenza e utilizzo dello strumento vocale attraverso la pratica della lettura

Condotto da Marco Musso

La nostra voce è uno degli strumenti principali di cui la natura ci ha fornito per comunicare con l’esterno; è il primo mezzo che utiliziamo per esprimere il nostro pensiero; ma è soprattutto capace di trascinare con sé le caratteristiche pregnanti della nostra personalità, e il colore delle emozioni che stiamo vivendo nel momento stesso in cui emettiamo il suono. Si pensi a come, per esempio, il nostro giudizio comincia a formarsi – a volte in modo significativo – intorno ad una persona di cui conosciamo soltanto la voce, per averla sentita al telefono o attraverso la radio.

E la nostra voce? Cosa sappiamo di lei? Sappiamo dove nasce e come si forma nel nostro corpo? Ne conosciamo i limiti e le capacità? L’abbiamo mai ascoltata con attenzione? Sappiamo utilizzarla? Sappiamo gestirla davanti ad una platea?

Una delle forme di comunicazione vocale più interessante e suggestiva è la lettura di testi letterari, siano essi versi poetici, favole, racconti, brani tratti da un romanzo, o altro.

“Dire” parole già pensate da altri ci permette di concentrarci sul nostro strumento, arrivando a trattarlo come mero strumento musicale.

Senza scordare che anche lo strumento musicale più raffinato ha bisogno di un musicista preparato e sensibile che sappia farlo risuonare col giusto equilibrio.

 
Nessuna esperienza teatrale richiesta